Skip to main content

Ricerca

Il dipartimento Ricerca & Sviluppo è il cuore pulsante di Areaderma, da sempre. Lo confermano le numerose collaborazioni con istituti di primaria importanza nel panorama nazionale ed Europeo e le numerose tesi di ricerca che in questi anni sono state realizzate presso la nostra struttura.

Con il supporto scientifico dell’Istituto Edmund Mach di S. Michele all’Adige e con quello tecnico di UniR&D, spin-off dell’Università di Padova, stiamo concentrando le nostre energie su una ricerca della durata di due anni, cofinanziata dalla Provincia Autonoma di Trento e strutturata in 3 grandi blocchi:

  1. Individuazione e valorizzazione di sostanze secondarie [residui di lavorazione] , ricavate dalla filiera agro-alimentare trentina con azione cosmetica, da impiegare come antiossidanti, preservanti naturali e sottrattori di acqua libera [L’acqua è uno dei principali ingredienti di un prodotto cosmetico. Può essere “legata” ad altre molecole e quindi “non disponibile”, oppure “libera” e dunque costituire terreno fertile per la crescita di batteri che portano alla degradazione del prodotto. Contenere il più possibile la presenza di “acqua libera” significa minor rischio di contaminazione e dunque maggiore stabilità per il prodotto] per mezzo di frazionamento su resina [le resine funzionano come calamite, che attraggono a sé le sostanze in modo selettivo fino ad ottenere un prodotto altamente concentrato e purissimo. Si pensi che da una tonnellata di prodotto si ottengono 1 o al massimo 2 kg di sostanza purissima] .Gli obiettivi di questa prima parte di studio sono:

    a. L’eliminazione di tutte le parti superflue, ai fini di ottenere un concentrato attivo purissimo, caratterizzato da valori statisticamente riproducibili;

    b. La selezione di una serie di attivi di derivazione naturale che abbiano al contempo una funzionalità cosmetica (ad esempio proprietà idratanti, antinvecchiamento, ecc.), la capacità di sottrarre acqua libera e di agire come antiossidanti e preservanti naturali.

  2. Ricerca di tecnologie e metodiche analitiche per il controllo dei parametri necessari ad analizzare le sostanza selezionate al punto 1, con l’obiettivo di realizzare delle previsioni di stabilità il più accurate possibile anche in ambito naturale, dove la materia prima ha comportamenti non sempre prevedibili.
  3. Realizzazione un Laboratorio interno di analisi sensoriale, con un gruppo di giudici addestrati che sappiano definire e giudicare gli indicatori di qualità di un prodotto cosmetico. Il Laboratorio Sensoriale costituirà un punto di partenza privilegiato per lo sviluppo di nuovi prodotti ed uno strumento esclusivo per l’analisi di quelli esistenti.

Questo lungo ed impegnativo percorso rende Areaderma un terzista unico sul panorama italiano, capace di mettere a disposizione dei propri clienti tecnologie e metodi che solitamente sono impiegati solamente dalle grandi multinazionali del settore cosmetico.